Ritratto

Sebbene io non sia romano e non parli romanaccio quando pensai questo “Ritratto” ero in moto e, mentre mi vedevo passare accanto la ragazza ritratta, mi sentì come Carlo Verdone quando abborda le donzelle seduto sul suo bolide decappottabile nei film…. e niente, decisi che andava scritta in romanaccio proprio come l’avrebbe detta lui

Una de quelle ragazze timide
ma cor caratterino
Una de quelle che se provi a farle ride'
e nun te conosce
nun te spiccica manco n'sorriso
Una de quelle che a non conoscerle
nun te cambia n'cazzo

Ma se le conosci te cambiano a vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...