Tedio

Il prossimo ospite del blog è un mio collega d’università nonché amico da tempo che con magistrale eleganza è riuscito a farmi immergere nella sua dimensione tediante in appena 5 righe

Triste
Appoggiato sul letto.
Fa eco il silenzio,
mi sento ma

non capisco.

Di Marco Vaccino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...